Home

Che accade ai giornali?

01/12/2014

Alessandro Magnasco, Il naufragio, The Phillips Collection

Da un po’ a “Repubblica” tutti sembrano lavorare per “Il Fatto”. Il debutto dell’iperconvenzionale Stefano Folli come commentatore politico la dice lunga sulle strategie del quotidiano diretto da Mauro e sul pubblico moderato e residuale su cui ormai si è rassegnati a puntare. A quando Moira Orfei?

Compassato e curiale, Folli è più un addetto stampa dei palazzi politici (se non un prelato tout court) che un giornalista. Chi non lo ricorda, instancabile esegeta presidenziale, accanto a Lilli Gruber? Le sue analisi colpivano come freccette soporifere. In breve: Una sorta di vaso canopico del giornalismo, dedicato alla conservazione delle frattaglie, purché illustri. Niente a che fare con l’inchiesta. Niente a che fare (tantomeno) con il corsivo fazioso e acre alla Curzio Maltese – della cui ortodossia nessuno sente peraltro la mancanza.

Così si sostituisce Barbara Spinelli con l’ex quirinalista del “Sole 24Ore”. Che si desideri l’affondamento della nave? Viene da crederlo: di fatto il cartaceo di “Repubblica” è in perdita da anni. Che ne è poi del “Corriere”, inabissatosi nella nuova forma tabloid? Chi si adatta a leggerlo si imbatte in emozioni firmate pur sempre Galli della Loggia, Di Vico, Ferrara o Panebianco. Temo non siano molti a farlo.

Resta che “Il Fatto”, quantomeno al momento, non è né può essere un primo quotidiano: troppo smilzo, povero di esteri e di cultura, limitato nell’impostazione generale. Dunque? Che dire: tutti sembrano lavorare per la buona informazione online. Benvenuta.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: