Home

Immagine 9

Da qualche tempo il portale Apple è diventato una galleria d’arte. Era l’ora, viene da dire, considerata la coazione a ripetere che caratterizza oggi il mondo dell’arte contemporanea. Una multinazionale come Apple può forse inventare contesti espositivi più aperti e accessibili? In molte parti del mondo comunità di artisti che rifiutano la mediazione delle gallerie si auto-organizzano e creano luoghi espositivi off. Apple (e tutte le restanti BlueChips con lei) daranno loro una mano? L’azienda di Cupertino ha sempre cercato di caratterizzarsi attraverso la relazione con la creatività e l’esplorazione di mondi a venire; e in molti si chiedono dovre aprirà il futuro Salon des Refusés. Ne scrivo @L’Huffington, qui.

Annunci

Immagine 2

A NY Piero diventa un po’ Hockney, tra San Sepolcro e Palm Spring. Curioso. @ http://www.nybooks.com/blogs/nyrblog/2014/mar/20/piero-quiet-sensuous/

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: